Skip to content

Secondo gli strumenti a mia disposizione…

23 maggio 2012

risulterebbe che questo blog ha avuto un incremento di accessi notevole a partire dal giorno che ho pubblicato quel memorabile post nel quale mi chiedevo se una cospicua quantità di cacca presente nell’attività onirica poteva considerarsi fatto foriero di buone nuove o avvenimenti positivi; più che altro la domanda verteva sull’ipotesi che un sogno caratterizzato da tale presenza si potesse considerare alla medesima stregua del tipico calpestamento, generalmente involontario, di fecalomi prodotti, il più delle volte, da molossi o segugi di media taglia.
In realtà trattavasi di domanda retorica, non credendo io effettivamente nella possibilità di poter prevedere, attraverso l’interpretazione dei più svariati segnali, l’andamento delle nostre fortune.
Comunque, se tanti accessi ci sono stati su quel particolare post, qualcosa vorrà dire.

Invece devo ancora finire, anzi iniziare il post su Lola Falana, show-girl molto presente sui nostri schermi negli anni settanta.
Le vicende della ballerina, cantante e attrice che negli anni novanta era stata protagonista di una svolta di tipo spirituale, dedicandosi agli orfani delle zone sub-sahariane, in seguito (anche, immagino) a seri problemi di tipo neurologico, mi sembrava parecchio stimolante.
Pigrizia, forse, la mia. O scrupoli, chissà. Ma non so se riprenderò l’argomento. 

Annunci
4 commenti leave one →
  1. 23 maggio 2012 18:27

    Diciamo che l'incremento ci porta a considerazioni varie:
    1. la gente cerca la cacca su google
    1b. secondo le zeitgeist 2011 (la classifica delle parole più cercate sul motore) “pestare la cacca porta fortuna” risulterebbe nelle sue molteplici varianti luna delle frasi più cercate in Italia (se non le trovi in giro te le posso mandare)
    2. Abbiamo avuto un ottimissimo esempio di quali nefasti effetti possano avere le tecniche di SEO (Search Engine Optimization)

  2. 23 maggio 2012 18:28

    Non “pestare”. Sognare

  3. 23 maggio 2012 18:28

    Ma forse anche pestare

  4. 23 maggio 2012 21:19

    Già. “Dormire, pestare, forse sognare. Sì, qui è l’ostacolo, perché in quel sonno di cacca quali sogni possano venire dopo che ci siamo cavati di dosso questo groviglio mortale…”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: