Skip to content

il grido

7 luglio 2009

(di El Gloria)
il maledetto mi aveva torturato per tutta la mattina con la sua espressione di sofferenza
ogni volta che mi giravo, lui era lì, che mi guardava con quegli occhi tristi e la bocca smisuratamente aperta
potevo sentire il tump tump dei suoi passi mentre correva sul ponte, potevo vedere il ponte
potevo vedere le sue manine contratte che si afferravano la testa
il colore mi fece male
il grido mi tolse il respiro…

Annunci
One Comment leave one →
  1. 14 settembre 2009 10:00

    tag originale: “a esos enchufes tristres”;
    è una mia convinzione profonda, supportata anche da ricordi infantili dei miei genitori che continuarono a usare la parola “enchufe” per parecchio tempo dopo il periodo argentino: nessun lemma italiano può tradurre nella perfetta corrispondenza fra fonetica e significato il termine “enchufar”: “inserire la spina nella presa… “, bah (n.d.t.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: